Precisazioni circa notizie pubblicate dagli organi di stampa

Si rende necessario smentire quanto pubblicato da alcuni organi di stampa e precisare che il nostro Istituto non ha mai avuto contatti con il gruppo denominato “Scientology”. Nell’ambito del ricco programma di attività (riportato sul sito) rivolte alla prevenzione dei comportamenti a rischio e all’educazione alla legalità, si sono svolti tre incontri promossi dalla Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga. Si è appreso ora che tra i soggetti finanziatori di tale Fondazione, che risulta attiva in altre scuole italiane, comparirebbe indirettamente il gruppo Scientology.
Gli incontri, consistenti nel racconto dell’esperienza personale di un ex tossicodipendente uscito dal vortice degli stupefacenti, non si è mai fatto riferimento al gruppo Scientology. I docenti hanno assistito all’intera durata degli incontri e il riscontro dell’iniziativa è stato peraltro molto positivo (come alcuni genitori hanno confermato) sotto il profilo della sensibilizzazione ai rischi del consumo di sostanze psicoattive.
È doveroso rilevare che la distorsione di tale semplice fatto consiste in una consapevole azione diffamatoria, volta a screditare il buon nome e l’illuminato operato del nostro Liceo, anche al fine di distrarre l’attenzione dell’opinione pubblica e della stampa dai gravissimi fatti dei giorni scorsi, ovvero le proteste di un esiguo gruppo di studenti contro l’intervento delle forze dell’ordine a repressione di un reato commesso all’interno della scuola.
Si coglie l’occasione per ringraziare i molti che, in questo difficile momento, hanno voluto esprimere la loro solidarietà al nostro Liceo e al Dirigente Scolastico.