Adempimenti di fine anno scolastico

In vista del termine delle lezioni e degli scrutini finali si ricorda quanto segue:

  1. ogni docente dovrà predisporre, per ciascuna classe, una relazione che dovrà presentare i risultati raggiunti in termini di profitto, le metodologie e i materiali impiegati, i rapporti con le famiglie e le attività realizzate. Alla relazione dovrà essere allegato il programma effettivamente svolto, anche in base a quanto definito in sede di Dipartimento. Le relazioni e i programmi, firmati da almeno due studenti, dovranno essere consegnate in doppia copia al Dirigente Scolastico al momento dello scrutinio finale;
  2. le proposte di voto per lo scrutinio finale dovranno essere inserite sulla piattaforma AXIOS in tempi congrui con lo svolgimento dello scrutinio stesso (entro 24h prima). Si prega in proposito la massima sollecitudine per consentire la preparazione dei materiali (stampa del tabellone generale dei voti e predisposizione dei file completi di ogni dato) e per evitare inutili dilatazioni dei tempi di svolgimento degli scrutini;
  3. per le classi del triennio, il coordinatore di classe avrà cura di presentare al consiglio lo schema riepilogativo del credito scolastico acquisito negli anni precedenti. Lo stesso coordinatore, coadiuvato dal segretario, predisporrà anche una scheda di sintesi dei crediti formativi presentati da ogni singolo alunno e proporrà al CdC la valutazione del comportamento, anche sulla base di eventuali note o sanzioni comminate nel corso dell’a.s.;
  4. i docenti in sede di scrutinio finale dovranno rendere disponibili il registro personale compilato in ogni sua parte e i compiti in classe (solo per le materie che prevedono lo scritto). I registri dovranno essere completi di ogni dato, privi di annotazioni a matita; in caso di correzioni, queste ultime dovranno essere debitamente siglate dal docente. I registri e i compiti in classe verranno depositati, rispettivamente, in Vice presidenza e in Sala Consigli;
  5. in sede di scrutinio finale per tutti gli studenti non ammessi dovrà essere esplicitata la motivazione da mettere a verbale;
  6. in sede di scrutinio finale per i soli studenti del secondo anno, che concludono l’età dell’obbligo scolastico, verrà compilato il Certificato delle Competenze. Per gli studenti con sospensione del giudizio di ammissione, il Certificato verrà compilato nella sessione di Settembre;
  7. per gli studenti per i quali in sede di scrutini finale verrà sospeso il giudizio di ammissione dovrà essere predisposta una comunicazione per la famiglia che conterrà le materie insufficienti e i contenuti che saranno oggetto delle attività di recupero da svolgersi dopo la fine delle lezioni. La compilazione sarà coordinata dal docente coordinatore della classe;

Casi particolari

  1. Si raccomanda la massima attenzione nel calcolo delle assenze, al fine di considerare eventuali sforamenti del limite consentito per Legge. A tal proposito,  i Coordinatori dei Consigli di Classe provvederanno a ritirare in segreteria didattica le domande prodotte dai genitori relativamente ad assenze per motivi di salute o per altre situazioni previste dal Collegio dei Docenti, verificheranno la congruità della documentazione ai fini della decurtazione dei giorni di assenza supportati da adeguati attestati e/o certificazioni mediche (non sono da considerare validi i certificati di riammissione attestanti unicamente l’assenza di patologie in atto).
  2. Per gli studenti con BES che venissero sospesi nel giudizio, sarà necessario documentare l’effettiva adozione delle misure dispensative/compensative previste nel PdP, specificandone la data di approvazione. A queste ultime ci si dovrà attenere nella elaborazione delle prove di recupero.

Comunicazione di non ammissione all’anno successivo

Eventuali comunicazioni di non ammissione vanno trasmesse alla famiglia prima della pubblicazione ufficiale degli esiti dello scrutinio. E’ compito del coordinatore di classe contattare telefonicamente i genitori prendendo nota dell’avvenuta comunicazione con dettagliato fonogramma. In caso di impossibilità a contattare le famiglie (anch’essa da documentare), si provvederà ad inviare telegramma.

N.B.: le prove di recupero dei debiti formativi dovranno essere predisposte dai docenti entro il 30 giugno e consegnate in busta chiusa in Vicepresidenza, indicando all’esterno la disciplina, la classe e il nome del docente. In caso di studenti con BES le prove andranno definite sulla base delle misure compensative/dispensative concordate dal Consiglio di Classe (PdP).

Si ricorda che l’espressione della proposta di voto è frutto di una valutazione globale che deve tener conto, oltre che delle verifiche, della progressione di apprendimento, dell’impegno, della partecipazione e della presenza di ogni singolo alunno.

“La valutazione ha per oggetto il processo di apprendimento, il comportamento e il rendimento scolastico complessivo degli alunni. La valutazione concorre, con la sua finalita’ anche formativa e attraverso l’individuazione delle potenzialita’ e delle carenze di ciascun alunno, ai processi di autovalutazione degli alunni medesimi, al miglioramento dei livelli di conoscenza e al successo formativo, anche in coerenza con l’obiettivo dell’apprendimento permanente di cui alla «Strategia di Lisbona nel settore dell’istruzione e della formazione», adottata dal Consiglio europeo con raccomandazione del 23 e 24 marzo 2000” (DPR 122/2009).

Si ringrazia e si auspica un clima di serena collaborazione.

Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Irene Baldriga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *