Ritratti di poesia 2014: Valerio Magrelli al Virgilio

Il 21 novembre il poeta Valerio Magrelli ha incontrato gli studenti della VA, II E e IIIE nell’ambito delle iniziative legate alla manifestazione Ritratti di poesia.

Il poeta ha parlato di sé, del suo scrivere poesia («preferisco il ridicolo di scrivere poesie al ridicolo di non scriverne», ha detto con le parole di W. Szymborska), dei rapporti umani e intellettuali, delle esperienze e delle letture che lo hanno costruito «come una Sagrada Familia», e ancora di letteratura, arte, storia, politica, religione. Ha consigliato ai giovani letture e film, che sono «come un arsenale, armi per la vita»; ha, quindi, letto e commentato le sue poesie: alcune inedite, altre tratte da Disturbi del sistema binario (2006). I ragazzi lo hanno ascoltato con interesse, si sono appassionati alle sue storie, di digressione in digressione lo hanno seguito incantati.

Valerio Magrelli tornerà al “Virgilio” il prossimo 17 dicembre, mentre il 31 gennaio gli studenti parteciperanno alla manifestazione Ritratti di poesia nella cornice del Tempio di Adriano.

Le foto sono di Emilia Loi.

Difesa e illustrazione del licantropo è una delle poesie che Magrelli ha letto con i ragazzi del “Virgilio”.

Difesa e illustrazione del licantropo

Siamo giovani, barcolliamo ancora per strade irregolari, la nostra età non ci dà la calma di pensare e agire. Non conosciamo ancora la formula dello scongiuro. Soltanto il tempo potrà placare le figure meravigliosamente diseguali che frugano nel nostro intimo e lo sconvolgono (H. von Kleist)

Mio figlio copia lettere di fuoco,
maiuscole che guizzano miniate.
Scruta per ore un libro di graffiti
riproducendo sul suo quadernetto
talismani illeggibili:
li aiuta a ardere meglio disegnando,
in un futuro criptato,
l’oroscopo della sua generazione.
E cancella, e dipinge, e corregge
affinché i fiammeggianti arabeschi
si contorcano nella vampa del colore
come le vittime di un rogo sacrificale
chiamate a ammonire i passanti
e insieme mostrare l’ustione
immedicata dell’adolescenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *