Incontro tra il Ministro Riccardi e il prof. Andrea Camilleri al Liceo Virgilio

Un’occasione di sensibilizzazione sui temi dell’Anno Europeo 2012 dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni.

Tra le iniziative per l’Anno Europeo 2012 dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni, il cui coordinamento nazionale è affidato al Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il progetto [email protected] vede protagoniste le scuole di tutta Europa come sedi ideali per promuovere il dialogo tra generazioni di giovani ed anziani.

In Italia, venerdì 11 maggio, il Professore Andrea Riccardi, Ministro perla Cooperazione Internazionalee l’Integrazione con delega alle politiche per la famiglia, incontra il professore Andrea Camilleri presso il salone delle conferenze dell’antico liceo romano Virgilio.

Il professore Camilleri, ottantasettenne scrittore, regista, autore teatrale e televisivo, noto al grande pubblico è un esempio ed un simbolo dell’ invecchiamento attivo nella nostra società.

L’incontro, che avviene alla presenza dei ragazzi di diverse classi del liceo Virgilio, è un momento importante pensato per promuovere uno scambio su ciò che significa invecchiare e su come giovani e meno giovani possono collaborare per un arricchimento reciproco. Il superamento della solitudine, dell’individualismo ed lo sviluppo di proficue relazioni sociali sono i concetti più forti che l’aspetto intergenerazionale dell’Anno vuole comunicare ai giovanissimi.

L’iniziativa, a porte chiuse, permetterà di sensibilizzare gli studenti su tutti i temi che gli Stati membri dell’Unione Europea sono invitati a trattare ed approfondire durante il2012, inparticolare sulla la promozione di una cultura dell’invecchiamento attivo che valorizzi l’utile contributo degli anziani alla società e all’economia, favorendo opportune condizioni di lavoro, di partecipazione alla vita sociale e di vita sana ed indipendente.

Per maggiori informazioni:
Sito web italiano per l’Anno Europeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *